martes

HUNGRIA 2019. Italiano

UNGHERIA




JOCI PÁPAI - MIO PADRE

Mio padre mi ha cresciuto come il vento
Ha soffiato piano, ha cantato, così raccontava storie
Ha vissuto lì, dove ogni strada finiva
Milleuno anni sono pochi per una vita, per una vita

Lo sento, il suo cuore sulle corde
Lo vedo con tempi passati sulla mia faccia
Confesso la sua fede con orgoglio
Dalle milleuno canzoni, è questo che canticchio, canticchio

Vecchi giorni, bei giorni
Amo la sua memoria
Lui mi chiama e io corro da lui
È stato bello giocare così

Vecchie canzoni lo evocano
Sento ancora la luce del sole
Riesco ancora sentire il fremito del vento
Riesco ancora sentire lui nel suono del vento

Con una melodia ha fatto dileguare il mio dolore
Quello che io posso dare a lui è solo riconoscere che appartengo a lui
E posso dire a mio figlio con orgoglio
Lui è mio padre, ed ecco la mia casa

Vecchi giorni, bei giorni
Amo la sua memoria
Lui mi chiama e io corro da lui
É stato bello giocare così

Vecchie canzoni lo evocano
Sento ancora la luce del sole
Il vento fischiava una ninnananna, in modo che il mio sogno fosse bello
Il vento fischiava una ninnananna, oggi continuo a sentirla


Fuente: lyricstranslate.com

By Eurovisong

No hay comentarios:

Publicar un comentario